text.skipToContent text.skipToNavigation

DALLA PUBBLICITÀ AZIENDALE AI TATUAGGI CON LE BACCHETTE

Armata solo di bacchetta e ago, Sarah Lu è una delle tatuatrici a mano più richieste dell’Inghilterra. Ma c'è voluto del tempo prima che trovasse la propria vocazione.

Sarah Lu ha sempre avuto una forte passione per il disegno ma dovendosi pagare da vivere, finisce per lavorare nella pubblicità. Dopo 15 anni nell’industria, sente però che quella vita d'ufficio la sta soffocando e contro i pareri e i consigli di chiunque attorno a lei, decide di mollare tutto e cominciare a girare il mondo per imparare l’antica arte dei tatuaggi a mano libera.

Ha già preso confidenza con la tecnica su disegni base, ma vuole fare di meglio e diventare sempre più brava. Così passa alla macchina per i tatuaggi elettrica. "Continuavo a provare senza alcun successo. Pensavo che non sarei mai stata capace di tatuare questo disegno a causa di quella dannata macchina".

Ma non molla. "Lavoro meglio quando le cose mi ostacolano. Mi fa lavorare 100 volte di più." Passando ancora una volta dalla macchina alla mano libera, si prefigge l’arduo obiettivo di completare un complesso corvo, per dimostrare a se stessa che è in grado di superarsi. Dopo 50 ore ago alla mano, dolorante ed esausta, Sarah Lu ha finalmente finito.

“Sono passata da un disegno piccolo e semplice ad uno enorme e complesso. Il mio lavoro ha letteralmente preso il volo da quel momento."

Ha sfidato le regole e trovato il successo a modo suo. E Sarah Lu ha appena iniziato. Quest'anno infatti il suo tempo sarà diviso tra i tatuaggi nel suo studio in Inghilterra e l'insegnamento in un remoto orfanotrofio in Vietnam. La sua prima visita qui risale a 10 anni fa, quando promette a se stessa che un giorno avrebbe fatto qualcosa per aiutare quei bambini.

"Molti hanno provato a farmi cambiare idea perché ci sono così tante ragioni per non farlo, inclusa la mia sicurezza. Ma non sono una che si arrende e, ovviamente, ci andrò comunque."

LEGGI LE ALTRE STORIE

CONTINUA A RIALZARTI

 

Vogliamo ascoltare le tue storie di resilienza
Quelle in situazioni estreme e quelle di tutti i giorni.
Tagga @drmartensofficial sui social
Oppure utilizza l'hashtag #ToughAsYou.